venerdì 9 marzo 2012

Pasqua in Puglia: i riti della settimana Santa

Se siete da sempre affascinati ai riti della settimana Santa, in questo post vi elencheremo i più suggestivi della regione Puglia

I riti della Settimana Santa in Puglia come in altre regioni del Sud d'Italia (Sardegna e Sicilia) sono un vero evento, spettacolo ed occasione di festa. Con i voli low cost la Puglia è ormai più vicina e da alcuni anni la Puglia è meta di turismo anche a Pasqua grazie ad una spettacolare promozione. Se decidete di prenotare una vacanza in Puglia per Pasqua troverete moltissime offerte low cost tra masserie, trulli, b&b e case vacanze.

Se decidete un viaggio in Puglia durante la Settimana Santa capirete quanto ancora la religione cattolica incida sulle comunità locali e quanto la festa sia diventata un occasione turistica per promuovere la Regione fuori stagione coniugando passione, riti, folclore e terroir.

Un'occasione unica per scoprire i mille sapori della Puglia tra olio e vino e immergersi in riti che poco hanno a che vedere con il resto d'Italia.

I riti della Settimana Santa si svolgono in moltissime città della Puglia e richiamano tradizioni legate alle confraternite che ripercorrono gli ultimi giorni di vita di Gesù Cristo (passione, morte e resurrezione).

Ma è la teatralità e la suggestione di queste commemorazioni che rende l'evento anzi gli eventi assolutamente unici.

Come in un teatro a cielo aperto, un'immaginaria Fura dels Baus, che rende omaggio alla tradizione cristiana, i riti vengono rappresentati con costumi medioevali, oggetti che rappresentano le stazioni della Passione, enormi statue, l'enorme folla che segue solenne e commossa la rappresentazione dell'ultima settimana di Gesù.

Ad esempio, il rito diventa una rappresentazione teatrale quando il troccolante di Taranto agita il crepitacolo in sostituzione delle campane, un suono terrificante e suggestivo che ammutolisce la folla.

Oppure i riti dell'Incontro, si trasformano in un gigante teatro per marionette dove enormi statue si baciano nell'assoluto silenzio della folla come a Bisceglie oppure a Troia...quando in altre città non si sfiorano.

Ancora a Troia, il suono delle catene dei penitenti che interpretano la processione rendono la processione ancora più viva e reale.

Ma i paesi dove vivere queste suggestioni sono moltissimi, ad esempio si può assistere alla processione quella degli otto Santi a Martina Franca. Oppure alla processione della Quarantana a Ruvo di Puglia.

A Valenzano invece 44 Misteri vengono rappresentati dal 1671, una tradizione che arriva direttamente dalla Spagna.

Molto suggestiva, inoltre, la processione dell'Addolorata nel Salento.

L'imbarazzo della scelta per chi decidesse di esplorare la Puglia dei misteri e dei riti, dei figuranti, della Passione ma anche dell'olio extra vergine di oliva, del pane di Altamura, delle orecchiette e di tantissimi altri sapori.

Per le date della Settimana Santa in Puglia trovate tutto nel sito ufficiale della Regione Puglia dedicato ai riti pasquali.

3 commenti:

sabrina santi ha detto...

La Pasqua in Puglia ha davvero qualcosa di molto speciale
villaggi Puglia

Alessio Candelma ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessio Candelma ha detto...

Dal Gargano al Salento la Pasqua in Puglia è un assaggio d'estate.
Pasqua Puglia

Posta un commento